Abbazia di Boscodon

Situata in una bellissima cornice di montagne nelle Hautes-Alpes, a 1150m di altitudine, l’abbazia di Boscodon rappresenta uno straordinario monumento del XII secolo. Fu la più grande abbazia della regione e la Casa principale dell'Ordine monastico di Chalais (vicini ai cistercensi), che si è distribuito durante il Medioevo nelle regioni di Dauphiné e Provence.

Chiamati dal Signore Guillaume de Montmirail, proprietario dei terreni di Boscodon, alcuni monaci di Chalais arrivarono nel 1142. Essi cominciarono con la costruzione della chiesa dell'abbazia, che durò 32 anni, e in seguito si dedicarono agli edifici del monastero, un quadrilatero tutto intorno al chiostro.

A partire dalla seconda metà del XIV secolo, continue guerre (Guerra dei Cent'Anni, guerre di religione, guerra tra la Francia e la Savoia, ecc) e frequenti incursioni di predoni saccheggiarono gli edifici monastici e il chiostro, risparmiando fortunatamente la struttura abbadiale.

Le ricostruzioni, restaurazioni e estensioni degli edifici d'abitazione hanno apportato delle trasformazioni architettoniche importanti (secoli, XV, XVII e XVIII). L'abbazia dell'Ordine di Chalais diventò benedettina alla fine del XIV secolo. Confiscata dall'arcivescovo di Embrun verso il 1770, l'abbazia perse la sua funzione in quanto tale, trasformata in luogo di sfruttamento forestale.

La rivoluzione del 1789 la trasformò in bene nazionale. Boscodon divenne così una frazione abitativa nel 1791, contando una ventina di famiglie e una scuola.
Essa fu riscattata poco a poco, a partire dal 1972, dall'Associazione degli Amici dell'Abbazia, e fu classificata come Monumento Storico nel 1974; da allora l'Associazione si occupa di recuperarla e restaurarla.

L'Abbazia oggi è abitata da una comunità permanente di religiosi e religiose di diversi ordini che danno vita a questo luogo e aprono le sue porte al pubblico che viene a condividere la vita, la preghiera e il lavoro con loro, formando così una vera e propria «comunità allargata».

Numerosi cantieri di scavi e di restauro (e il contributo di numerosi mecenati) fanno oggi dell’Abbazia di Boscodon un capolavoro dell’arte religiosa monastica, dallo stile romanico puro, vicino all’arte cistercense primitiva.

Sito web
www.abbayedeboscodon.eu
Tel.
+ 33 (0)4 92 43 14 45
loading